BLOG - Bruco e Farfalla
22
blog,bridge-core-1.0.5,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode_grid_1300,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-18.1,qode-theme-bridge,disabled_footer_top,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.0.2,vc_responsive

Al ritorno da scuola il pulmino ci lasciò all'inizio della strada di sassi, come al solito. Quando scendemmo, io e i miei fratelli contammo dieci passi fino a raggiungere il palo della luce che segnava la partenza.  “Stavolta do io il via” disse Dario. “Oggi tocca a me!” gli risposi con le mani ai fianchi e la testa inclinata. “Aspetta che faccio il segno. Da qui, eh” puntualizzò Luca strisciando per terra con le scarpe luride. Corremmo a perdifiato lungo quei cinquanta metri che ci separavano da casa, annusando polvere e libertà. “Sei...

Siamo seduti in questo vecchio divano sciupato e con addosso l’imbarazzo degli sconosciuti.I posti sono quelli di una volta: distanti.Prima di entrare ho suonato il campanello.  Ho chiesto anche “permesso”.Sei venuto alla porta e ti ho seguito in cucina, due passi dietro di te.Mi hai versato il caffè con la mano incerta nella tazzina del servizio buono.Poi siamo arrivati in salotto a fingere di dirci qualcosa.“Hai mangiato?” mi chiedi continuando a guardare la televisione.“Sì” ti rispondo torturandomi le unghie. Una pausa, e con un sospiro consumi la seconda domanda...

"Grazie” è la migliore preghiera che chiunque possa dire. Grazie esprime gratitudine estrema, umiltà, comprensione". A. Walker Questa è una lettera che avrei dovuto scrivere molti anni fa. E’ un appuntamento che avevo segnato nel taccuino ormai ingiallito dal tempo, ma poi… Potrei provare a discolparmi dicendo che i giorni sono scivolati come sabbia fra le dita. Mi piacerebbe assolvermi raccontando che ero intenta ad acciuffare i miei sogni. In realtà, credo si sia trattato di paura. Paura di andare incontro ad una delusione. A quel disincanto che arriva...

Vorrei sapere in che consiste la felicità e se si può essere felici tutta la vita. "Per essere sicuro di non sbagliare a rispondere, sono andato a cercare un grosso vocabolario la parola “felicità” ed ho trovato che significa “essere pienamente contenti, per sempre o per un lungo tempo”. Ma come si fa ad essere “pienamente contenti”, con tutte le cose brutte che ci sono al mondo, e con tutti gli errori che facciamo anche noi, ogni giorno dell’anno? Ho chiuso il vocabolario e …. ho deciso di non dargli retta....

    E i bicchieri erano vuoti e la bottiglia in pezzi E il letto spalancato e la porta sprangata E tutte le stelle di vetro della bellezza e della gioia risplendevano nella polvere della camera spazzata male Ed io ubriaco morto ero un fuoco di gioia e tu ubriaca viva nuda nelle mie braccia. Jacques Prévert ...

"Dietro l’attesa, c’è tutto: il permesso gratuito di evocare un bel viso o di dialogare con un’ombra". D. Blondeau   “E dai, chiamalo!” sbottò Nora stanca dell’umore ballerino dell’amica. “Se vuole mi chiama lui” sibilò Sveva a denti stretti fissandola con occhi glaciali. “Sei ruvida. Concedigli di conoscerti per quella che sei”. Erano passate due settimane da quel bacio a mani intrecciate e da allora non si erano più sentiti. “Ho smesso di prendere io l’iniziativa”. “Quanto la fai lunga…” sbuffò Nora spazientita. "Dovrei forse correre dietro agli uomini come fai tu?”. Vaffanculo Sveva!” sbottò Nora offesa. A Sveva...

"Considero valore ogni forma di vita, la neve, la fragola, la mosca. Considero valore il regno minerale, l'assemblea delle stelle. Considero valore il vino finché dura il pasto, un sorriso involontario, la stanchezza di chi non si è risparmiato, due vecchi che si amano. Considero valore quello che domani non varrà più niente e quello che oggi vale ancora poco. Considero valore tutte le ferite. Considero valore risparmiare acqua, riparare un paio di scarpe, tacere in tempo, accorrere a un grido, chiedere permesso prima di sedersi, provare gratitudine...

“Ergetevi insieme, ma non troppo vicini: poiché il tempio ha colonne distanti, e la quercia e il cipresso non crescono l’una all’ombra dell’altro”. K. Gibran.   SE SAPRAI STARMI VICINO Poesia di Rosita Vicari, scultura “Amore e Psiche”, . Canova Se saprai starmi vicino, e potremo essere diversi, se il sole illuminerà entrambi senza che le nostre ombre si sovrappongano, se riusciremo ad essere "noi" in mezzo al mondo e insieme al mondo, piangere, ridere, vivere. Se ogni giorno sarà scoprire quello che siamo e non il ricordo di come eravamo, se sapremo darci l'un l'altro senza sapere chi sarà il...

Siamo sicuri che  i nostri impegni sono sempre importanti?  Ecco una storiella interessante sulla quale riflettere. Durante una lezione di filosofia, un professore si presentò in classe con alcuni oggetti apparentemente incongruenti rispetto alla materia trattata. Sopra alla cattedra, mise un barattolo di maionese vuoto, e iniziò a riempirlo con delle palline da golf. Chiese poi ai suoi studenti se il barattolo fosse pieno, e loro risposero affermativamente. Il professore, prese allora un sacchetto di ghiaia, e la rovesciò in quello della maionese. Lo scosse leggermente, e i sassolini andarono a riempire...

C'è tempo Ivano Fossati, dipinto di S. Dalì *********************************** Dicono che c'è un tempo per seminare e uno che hai voglia ad aspettare un tempo sognato che viene di notte e un altro di giorno teso come un lino a sventolare. C'è un tempo negato e uno segreto un tempo distante che è roba degli altri un momento che era meglio partire e quella volta che noi due era meglio parlarci. C'è un tempo perfetto per fare silenzio guardare il passaggio del sole d'estate e saper raccontare ai nostri bambini...